La stimolazione cardiaca

Il pioniere della tecnologia della stimolazione, il dottor Paul Zoll, uno dei fondatori di ZOLL Medical, ha eseguito la prima procedura clinica di stimolazione cardiaca sull’uomo nel 1952. Oggi, l'azienda, che ha preso il nome da lui, apre la strada alla tecnologia della stimolazione esterna brevettata che è integrata nei DAE e negli elettrodi.

Perché è importante la stimolazione

La stimolazione è un intervento di Classe I per la bradicardia sintomatica (Linee guida 2005, V-69, American Heart Association). La stimolazione viene utilizzata anche in caso di blocco cardiaco completo.

Come funziona la stimolazione ZOLL

I defibrillatori ZOLL forniscono il doppio della cattura con metà della corrente: viene utilizzato un impulso di 40 millisecondi a corrente costante. Questo significa meno disagio per il paziente.

Confronto forme d’onda di stimolazione

Pacing waveform comparison

La corrente di stimolazione ideale è il valore più basso che mantiene la cattura, di solito circa il 10% al di sopra della soglia. Correnti di soglia standard vanno da 40 a 80 milliampere.

La corrente costante di ZOLL, con impulsi di 40 ms supera gli svantaggi insiti in altri pacemaker esterni.

Le diverse tecnologie di stimolazione influenzano notevolmente i tassi di cattura e la sopravvivenza del paziente. Studi clinici indipendenti e l’ampio utilizzo dell’ impulso di stimolazione brevettata ZOLL hanno dimostrato che è la tecnologia non invasiva più efficace al giorno d’oggi. 

  • Ampiezza dell’impulso 40 millisecondi
  • Corrente elettrica costante
  • Progettazione elettrodi brevettato
  • Riconoscimento di cattura superiore
 
 Pacing waveform comparison

I defibrillatori professionali ZOLL sono tutti dotati di un’unica tecnologia integrata. Tenendo premuto il tasto 4:01 si trattengono temporaneamente gli impulsi di stimolazione, permettendo così di osservare il ritmo e la morfologia ECG del paziente senza perdere la cattura. Quando viene rilasciato, questo tasto provoca impulsi di stimolazione da consegnare a un quarto della regolazione ppm indicata.

Una stimolazione corretta richiede un segnale ECG di superficie affidabile e di alta qualità. ZOLL contribuisce a garantire la corretta stimolazione con gli elettrodi OneStep™ Pacing o OneStep™ Complete . Queste piastre di terapia a mani libere includono sia gli elettrodi per il monitoraggio ECG che per la stimolazione / defibrillazione in un’unica piastra. Forniscono un monitoraggio ECG affidabile senza la necessità di utilizzare cavi ECG separati.

Bibliografia

Dunn, Gregory, Noninvasive temporary pacing: experience in a community hospital, Heart and Lung. 1989;18:23-28.

Clinton, E, Antman, Zoll PD, Zoll R.H., External noninvasive temporary cardiac pacing: clinical trials. Circulation. 1985;71:937-944.

Heller, et al. A comparative study of five transcutaneous pacing devices in unanesthetized human volunteers. Prehospital and Disaster Medicine. 1989;4:15-18.

Falk, Zoll PM, Zoll RH, Safety and efficacy of noninvasive cardiac pacing. New England Journal of Medicine. 1983;309:1166-1168.

Knowlton Falk, External cardiac pacing during in-hospital cardiac arrest. American Journal of Cardiology. 1986;57:1295-1298.