La defibrillazione

ZOLL offre defibrillatori clinicamente avanzati e DAE per migliorare i risultati di sopravvivenza in seguito ad un arresto cardiaco improvviso (SCA).

Perchè è importante la defibrillazione

La defibrillazione precoce e la RCP sono due componenti fondamentali nel trattamento dell’arresto cardiaco improvviso. Un intervento immediato e una RCP di buona qualità sono essenziali per il miglioramento dei risultati. Tutti i defibrillatori manuali ZOLL e i defibrillatori automatici esterni sono dotati di tecnologia Real CPR Help®, che fornisce assistenza in tempo reale e un feedback della RCP sulla frequenza e la profondità delle compressioni toraciche. Un sistema operativo comune sui defibrillatori manuali ZOLL assicura una transizione facile da prodotto a prodotto.

Una modalità DAE sul monitor defibrillatore R Series® di ZOLL assiste gli operatori del soccorso base (BLS) nell’applicazione degli elettrodi e nell’erogazione della scarica, in attesa dell’arrivo della squadra degli operatori del soccorso avanzato (ALS).

Come funzionano i defibrillatori ZOLL

La comunità scientifica e i produttori di defibrillatori sono tutti d'accordo: la corrente defibrilla il cuore e aiuta a ripristinare il ritmo sinusale normale. L'obiettivo della scarica di defibrillazione è quello di fornire la quantità di corrente adeguata al momento giusto.

Tutti i defibrillatori e i DAE di ZOLL sono dotati della tecnologia esclusiva Rectilinear Biphasic™ waveform (RBW) - l'unica forma d'onda bifasica che ha riportato risultati clinici migliori rispetto alle forme d'onda monofasiche in caso di:

  • cardioversione 
  • defibrillazione in pazienti ad alta impedenza
  • defibrillazione in ambiente extra-ospedaliero ACLS*

A 200J, l’onda rettilinea bifasica di ZOLL eroga più corrente media per i pazienti ad alta impedenza di qualsiasi altra forma d'onda bifasica - anche quelle che hanno impostazioni di energia più alta.

" Il requisito determinante per la defibrillazione ventricolare elettrica è il raggiungimento di una densità di corrente sufficiente." Tacker WA

* Lo studio dimostra l'equivalenza di efficacia per defibrillazione transtoracica su pazienti in VT/VF fra scariche effettuate con onda rettilinea bifasica a bassa energia e onda monofasica classica ad alta energia (intervallo di confidenza del 95%). I dati dimostrano inoltre la superiorità dell'onda rettilinea bifasica a bassa energia rispetto alla classica onda monofasica ad alta energia su pazienti in VT/VF con alta impedenza transtoracica (intervallo di confidenza del 90%).